Google+ Bolgeri - il Gruppo Tolkieniano di Milano: Resoconto incontro dell'11/02/2007

lunedì, febbraio 12, 2007

Resoconto incontro dell'11/02/2007

Presenti: Frodo & Th´oden; io & Tafkal; Dama Éowyn; Erin, signora degli anelli; Elderion senza il suo ammmore; Bacca, feat. Angelo per trenta secondi; Nymeria.

Luogo: Speakeasy, Garbagnati, Gelateria Grom

La giornata non incomincia nel migliore dei modi: la nostra prenotazione a nome Bolgeri non risulta e il numero di telefono indicatp per le prenotazioni su MilanoDaBere, ovvero il 328-0393850 con cui ho amabilmente discorso nella giornata di sabato, è sconosciuto al direttore del locale, un focoso omino che, ancor prima di attendere il nostro arrivo, chiede a Frodo il mio numero di telefono e si lascia andare ad assai importune affermazioni intercalate da svariati modi di descrivere l'organo sessuale maschile ("che c***o di casino ha fatto", "adesso come c***o facciamo" ecc ecc). Giunti allo Speakeasy quindi con la ben precisa intenzione di condurre i miei bolgeri in altri e più ameni luoghi, il suddetto omino si scusa con l'improbabile giustificazione di pensare di star parlando con MilanoDaBere. Milan c'est moi. Bah... in ogni caso, per gli eventuali malcapitati che desiderassero telefonare al locale, il numero è lo 02-653645.
Sarà per il pessimo inizio e per il suddetto omino (anzi, è senz'atro così), ma personalmente il locale non mi ha soddisfatto molto. Carino come allestimento ma, come giustamente ha osservato Dawid, sembra stranamente studiato per assorbire il rumore, con il risultato di non riuscire ad espandere il casino bolgerico e, al contrario, di dover subire un brusio di sottofondo proveniente dagli altri locali. Tra l'altro quello che ho mangiato io non era gran che e sarebbe stato un brunch fin troppo costoso de Dawid non fosse riuscito a strappare un pi&ug4rave; che giusto sconto, dato il trattamento. Comunque un buon esperimento, quello del brunch, sicuramente da ripetere, magari cercando un altro locale. La nostra lady of the rings aveva una proposta, ma colpevolmente non la ricordo.
Evasi dal locale alle 14 causa l'arrivo dei legittimi proprietari del tavolo su cui ci eravamo insediati, abbiamo quindi salutato dama Èowyn costretta a rincasare e ci siamo diretti verso Garbagnati: appena prima di uscire ci ha raggiunto Bacca, e poi Elderion quando già eravamo al nostro solito luogo di ritrovo. Lì si è potuto affrontare svariati argomenti, tutti di futile interesse, e si è potuto ripetutamente brindare al compleanno di Isabella, rievocando i migliori momenti passati insieme.
Tra gli argomenti affrontati, i preparativi per l'evento al Teatro Dal Verme, la "nuova" scuola Steineriana Cometa a Milano, la ricerca degli UFO in quel di Cremona, la questione degli stadi chiusi, la Bolgerah, la saga del gatto (per cui ripeto a Davide il consiglio di incidere un nastro o un video), il nostro culendario, la responsabilità sociale delle mie gambe, i possibili look di Ringhio, la tendenza al pettegolezzo di alcuni e la vanteria in questo di altri. Dopo essere passati alle barzellette del sire di Rohan, con una delle quali ci lascia per ritornare alla sua Bologna, ci trasferiamo al piano di sotto per sfuggire al caldo imperante e ci raggiunge Angelo, che come sempre ci divertiamo a convolgere in discorsi a lui oscuri. Si parla quindi dei nuovi acquisti bolgerici tra cui il libro Canzoni e poesie dal Signore degli Anelli oscuro a Bacca, delle attività di Sandra e Stefano Giusti in quel di Toscana, del nuovo gruppo di lettura di Firenze, del nostro gruppo youtube, dell'experimentos, della nuova pubblicità dell'i-Phone, di svariati blog personali e delle loro peculiari situazioni di pubblico, del merchandising bolgerico, santoni vari, dei vermi di Dune e del test bolgerco che il nostro programmatore non si decide a mettere on-line. Ci si sposta quindi verso la gelateria Grom, dopo aver salutato la signora degli anelli che torna a casa al suo bucato con la promessa di reiscriversi alla mailing-list e di non sparire nuovamente.
In gelateria la cameriera riconosce Davide con un misto di terrore e terrore: provo una deliziosa accoppiata pistacchio-crema allo zenzero con gocce di cioccolata e ce ne andiamo soddisfatti, prima Dawid & Donatella + Bacca & Angelo, e poi anche io & Tafkal con Elderion e Nymeria, ciascuno diretto verso la propria destinazione.

Scambi illeciti avvenuti:
  • da me a Frodo, il suo regalo di Natale (!!!);
  • da Frodo a me, un delizioso gioiellino a forma di foglia che oggi è stato immediatamente inaugurato;
  • da me ad Elderion, un fumetto di rara bruttezza.

Scambi illeciti non avvenuti:
  • mi sono dimenticata di riportare a Dawid il suo flash-drive;
  • Elderion, ottenebrato dall'ammmmore, si è dimenticato di riportarmi il videogioco cui non riesce a giocare
.

Il raduno potrebbe considerarsi concluso se non fosse che, prima di tornare a casa, io & Tafkal ci fermiamo al leggendario giapponese di via scoglio di quarto a mangiarci un temaki. Lì parlo a Claudio, il proprietario, del nostro blog e di come è diventato una leggenda irraggiungibile per il nostro gruppo, gli lascio un volantino e lo scopriamo grande appassionato di Tolkien, di leggende e di storia. Ci lasciamo con la promessa da parte mia di tornare con le brochure e magari una locandina dell'evento al Dal Verme, cui spera di poter venire con il figlio. Come si diceva da Garbagnati, i tolkieniani si nascondono nei luoghi più impensati.

Etichette:

4 Comments:

At 12 febbraio, 2007 13:32, Blogger Dawid said...

Convengo con Shel che la gestione è stata molto grezza, e che noi ci siamo dimostrati fin troppo disponibile.
Considerando anche che siamo andati via presto, e che dunque del brunch abbiamo consumato molto poco, nonchè il fatto che avessimo preso due bottiglie di vino come extra, lo sconto fatto è stato solo del 15%: mi aspettavo almeno il 40%.
Personalmente, può essere un luogo adatto per comitive affamate e famigliole milanesi che vogliono stare in ambienti discreti e senza troppi contatti con l'ambiente sociale circostante, ma resta tuttavia un locale che rende difficile sentirsi rilassati a proprio agio.
Cosa che secondo me è invece l'anima del brunch domenicale.

 
At 16 febbraio, 2007 12:56, Blogger Lady of the Rings said...

Smentisco qualsiasi circostanza a me attribuita... Lady of the Rings incacchiata perché non si era mica parlato di giapponese, se no rinviavo il bucato, eh!!!)

Scherzi a parte... La proposta: Non so i prezzi attuali, ma il Roialto (via Pier della Francesca), per il brunch?

 
At 16 febbraio, 2007 15:21, Blogger Frodo said...

Chiedo perdono per avervi portato in quel postaccio...ma l'altra volta era andata meglio....
Sigh sob! :-°°°(

Frodo che fugge....

 
At 16 febbraio, 2007 17:34, Blogger Shelidon said...

Smentisci, smentisci... te ne approfitti che Dawid aveva dimenticato la videocamera. Comunque, ora che sappiamo che anche tu sei Giapponese-addicted, tenteremo di replicare la serata enogastronomica di un po' di tempo fa!

Chiara, non ti preoccupare: sono cose che succedono.

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home